L'Italia ospita il numero di specie più diversificato d'Europa, ma circa il 70% della sua fauna è a rischio estinzione a causa del riscaldamento globale. Situazione che diventa più estrema nelle aree urbane per la scarsità di aree verdi e l'effetto isola di calore. L’installazione segnala l'urgenza di pensare lo spazio pubblico tenendo conto non solo delle necessità umane, ma anche delle altre forme di vita che abitano la città e che stabiliscono con noi rapporti di mutualismo, simbiosi e affetto.

Vincitore del Programma per l’Internazionalizzazione della Cultura Spagnola (PICE) – Acción Cultural Española (AC/E).

Takk è uno spazio per la produzione architettonica incentrato sullo sviluppo di pratiche materiche nell’intersezione tra natura, cultura, tecnologia e politica, con particolare attenzione alle sfide sollevate dall’età dell’Antropocene.

Guidato da Mireia Luzárraga e Alejandro Muiño di Barcellona e Madrid, Takk unisce le sue attività professionali con attività di ricerca e accademica. Attualmente, Mireia e Alejandro stanno portando avanti insegnamenti di design presso l’Escuela Técnica Superior de Alicante, l’Institute for Advanced Architettura della Catalogna e la scuola di design BAU di Barcellona.

Takk ha pubblicato il suo lavoro in forum internazionali come GSAPP-Columbia University a New York, Thailandia Design a Bangkok e la Floating University di Berlino, tra gli altri. Inoltre, le loro opere sono state esposte alla Biennale di Rabal 2019, alla Biennale di Orleans 2019 e 2017, a La Triennale di Oslo 2016 e la Biennale di Venezia 2014 e 2021. Il loro lavoro appartiene alla collezione permanente del FRAC Centre-Val de Loire, Centro Cultural Matadero de Madrid e Centro de Arte 2 di maggio.

Oltre alle mostre collettive all’Alcova Milán o al Centro de Cultura Contemporánea de Barcelona CCCB, recentemente Takk ha aperto le sue prime mostre personali a Galleria Magazin a Vienna e Galería H2O a Barcellona.

Sito web: www.takk-architecture.com
Mail: info@takk-architecture.com