Il padiglione OO — Ostiense Osservatorio — esplora il paesaggio urbano sfruttando il principio del periscopio. È un dispositivo che supera le barriere fisiche e suggerisce nuove prospettive visuali. Con la sua forma archetipa dal colore intenso attrae l’attenzione e diventa l’opportunità per uno sguardo inedito di riflessione sugli spazi della città contemporanea.

Caratterizzato da una grande sperimentazione, lo studio Anna Merci Architecture ha sviluppato negli anni un approccio distintivo e un’inconfondibile sensibilità materica, guidato dalla convinzione che la progettazione architettonica sia un mezzo fondamentale per confrontarsi con i fenomeni ambientali, politici e sociali. Dal 2008 si aggiudica diversi concorsi internazionali, ricevendo molti riconoscimenti e pubblicazioni su riviste. Partecipa a mostre di architettura in tutto il mondo (tra cui Londra, Los Angeles, Melbourne) incluse La Triennale di Milano e La Biennale di Venezia. Nel 2022 è l’unico studio italiano selezionato tra i vincitori del premio The Europe 40under40 “Next New Talented Generation of European Architects”. La fondatrice Anna Merci si occupa, inoltre, di attività curatoriali, ricerca e insegnamento. Nel 2016 rientra in Italia da Parigi per far parte di Renzo Piano G124, il gruppo di lavoro del Senatore sulle periferie italiane. Attualmente sta lavorando con cor arquitectos alla realizzazione di “Follow Me!”, un parco urbano archeologico-ecologico di 3 ettari nel centro storico di Canosa di Puglia. 

Sito web:  www.annamerci.com
Instagram: @annamerci_architecture
Instagram installazione: @oo_ostiense_osservatorio